USA RECORD DI COPPIE MASCHI NELLE GRANDI CITTÀ, MA NON A LIVELLO NAZIONALE

Spread the love

Nel 2017, erano quasi un milione le famiglie formate da coppie dello stesso sesso negli Stati Uniti e poco più della metà (51,7%) risultavano coppie formate da sole donne.

Le famiglie dello stesso sesso costituiscono lo 0,8% di tutte le famiglie statunitensi, ma in alcune città, come San Francisco, la percentuale di famiglie formate da coppie dello stesso sesso rispetto al tasso nazionale, ha toccato percentuali che ora superano il 3% secondo i dati dell’American Community Survey.

Quali le percentuali di coppie residenti in grandi città dello stesso sesso che siano maschi o femmine?

Le distribuzioni varia. Circa il 77,4% delle famiglie omosessuali di Washington DC sono maschi rispetto a solo il 56,4% di quelle di Phoenix.

Come il censimento conta le coppie dello stesso sesso

Il Census Bureau, l’Ufficio del Censimento degli Stati Uniti d’America, osssia un’agenzia del dipartimento del commercio degli Stati Uniti d’America che si occupa dei censimenti, in modo da poter determinare il numero di deputati nel Congresso per ogni stato raccoglie dati sulle famiglie di coppie dello stesso sesso chiedendo come ogni persona nella famiglia è collegata al capofamiglia (che possiede o affitta la casa). Le famiglie sono identificate come famiglie di coppie dello stesso sesso se un coniuge o un partner non sposato è dello stesso sesso del capofamiglia.

Queste famiglie poi vengono ulteriormente identificate come coppie sposate (coniugi) e partner non sposati. E questo rappresenta solo una piccola parte della comunità LGBTQ perché include solo famiglie accoppiate.

Nel 2017 le coppie sposate dello stesso sesso hanno toccato quota 59,4%, un tasso che è più che raddoppiato negli ultimi 10 anni. Nel 2008, il 26,6% di tutte le famiglie dello stesso sesso erano coppie sposate.

Profilo demografico delle famiglie dello stesso sesso

Da uno studio del Census Bureau è emerso che le coppie dello stesso sesso hanno maggiori probabilità di avere redditi più alti, di essere entrambe persone occupate ossia con un impiego fisso e più istruite. Di prassi è più probabile che siano interrazziali, ma è meno probabile che abbiano figli che vivono con loro.

Le coppie sposate dello stesso sesso di prassi sono coppie più giovani delle coppie sposate ed etero e hanno meno probabilità di possedere la propria casa. Tuttavia, i partner dello stesso sesso non sposati tendono ad essere più vecchi delle loro controparti del sesso opposto e hanno maggiori probabilità di possedere la loro casa.

Negli ultimi 10 anni circa, il Census Bureau ha condotto ricerche approfondite per migliorare la misurazione delle coppie dello stesso sesso e ciò ha portato a una domanda rivista sulle relazioni familiari che è stata implementata nell’indagine sulla comunità americana nel 2019 e sarà inclusa nel censimento del 2020. 

Quale percentuale di coppie sposate sono nate nello stesso stato, in un altro stato o in un altro paese?

Un altro aspetto vagliato dal Census Bureau è stato quello di verificare quante coppie sposate sono nate nello stesso Paese visto che col mutamento di tempi e mode oltre che del livello di istruzione delle donne e della crescente presenza di quest’ultime nella forza lavoro, i numeri statistici degli ultimi decenni sono cambiati.

Difatti è diminuita la quota di donne e uomini sposati, mentre è aumentata la percentuale di chi non si è mai sposato o è divorziato. 

Inoltre le tendenze dell’immigrazione negli ultimi 40 anni hanno rivelato un flusso costante verso alcune regioni del Paese , come il Sud, che ha registrato un flusso continuo di traslochi dall’estero oltre che da altre parti degli Stati Uniti.

I luoghi di nascita delle coppie sposate mostrano quanto sia comune sposare qualcuno nato nello stesso stato, in uno stato diverso o al di fuori degli Stati Uniti. Queste tendenze sia nel tempo che tra gli stati mostrano come il tempo e il luogo modellano i modelli di matrimonio.

Nel 2018:

  • Il 34,1% delle famiglie di coppie sposate dello stesso sesso e dell’altro sesso viveva nello stato in cui erano nati entrambi i coniugi.
  • Il 21,7% comprendeva entrambi i coniugi nati in Stati diversi da quello di residenza.
  • Il 21,2% aveva un coniuge nato nello stato di residenza della coppia e uno nato in uno stato diverso.
  • Il 14,5% aveva entrambi i coniugi nati al di fuori degli Stati Uniti.
  • Il 4,4% aveva un coniuge nato in uno stato diverso da quello di residenza e un coniuge nato all’estero.
  • Il 4,0% aveva un coniuge nato nello stato di residenza della coppia e uno nato all’estero.

Come si confrontano le tendenze del luogo di nascita delle coppie sposate nel vostro stato con le stime nazionali? Come sono cambiate nel tempo? 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: