MERKEL CONVINCE POLONIA E UNGHERIA: SÌ AL RECOVERY FUND E NEXT GENERATION EU: ALL’ITALIA 209 MILIARDI

Spread the love

Il presidente del Consiglio Europeo Charles Michel

di Patrizia Vassallo

Ieri i leader dell’Ue hanno raggiunto l’accordo sul Recovery fund e il Next Generation EU. “Ora possiamo cominciare con l’attuazione e la ricostruzione delle nostre economie” queste le prime parole di del presidente del Consiglio Europeo Charles Michel.

video

“Sono contenta che si sia trovata una soluzione” per sbloccare il veto di Polonia e Ungheria sul Bilancio Ue ed il Recovery fund. La parte sul meccanismo dello stato di diritto è rimasta invariata e questo per me è fondamentale”, ha detto la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen. “E spero che il pacchetto da 1.800 miliardi possa avanzare, perché gli europei e le imprese europee ne hanno bisogno”. Insomma “L’Europa va avanti!”, ha proseguito la von der Leyen, congratulandosi con la Presidenza tedesca del Consiglio, sottolineando che quei 1.800 miliardi serviranno anche “per alimentare la nostra ripresa e costruire un’Unione Europea più resiliente, verde e digitale”. 

A fare i complimenti alla Merkel si è aggiunta anche Chistine Lagarde, presidente della Banca Centrale Europea pure lei su Twitter.

“Appena raggiunto in Consiglio europeo l’accordo definitivo sul NextGenerationEU. Questo significa poter sbloccare le ingenti risorse destinate all’Italia: 209 miliardi. Approvato anche il Bilancio pluriennale. Ora avanti tutta con la fase attuativa: dobbiamo solo correre!”, ha scritto ieri su Twitter il premier Giuseppe Conte.

“Non avevo dubbi. Alla fine i veti su Next Generation EU sono stati superati. Un successo per la Commissione, il Parlamento e il Consiglio Ue. La firma è di Angela Merkel”, ha ribattuto, anche lui su Twitter, il commissario europeo Paolo Gentiloni.

“Lo storico piano di rilancio europeo deciso a luglio si sta ora concretizzando. Abbiamo appena adottato un solido accordo sul meccanismo da attuare, nel rispetto dello Stato di diritto. L’Europa sta andando avanti, unita e mantenendo i suoi valori”, queste le parole del presidente francese Emmanuel Macron su Twitter.

“Proporrò in Cdm di aumentare la cifra stanziata per la Sanità, penso che 9 miliardi non siano sufficienti, c’è bisogno di fare uno sforzo in più, continuare ad investire. Servono nuove risorse, e da dovunque vengano, sono le benvenute”, ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza a Porta a Porta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: