CONTE ECCO LE NUOVE REGOLE PER LE FESTE

Spread the love

di Patrizia Vassallo

Finalmente poche ore fa abbiamo saputo dal premier Giuseppe Conte come sarà il nostro Natale, come sarà il nostro Capodanno e come sarà il nostro prossimo futuro, per la precisione “fra un paio di settimane” da cittadini di zone gialle. Facendo anche un sospiro di sollievo, ma solo per un dato positivo ossia la diminuzione dell’indice Rche si attestato mediamente su un valore inferiore all’1. “E per scongiurare il rischio di una terza ondata che potrebbe essere non meno violenta della prima e della seconda, dal 21 dicembre al 6 gennaio saranno vietati tutti gli spostamenti per raggiungere le seconde case. Il 25, 26 e 1 gennaio saranno vietati tutti gli spostamenti da un comune all’altro e su tutto il territorio nazionale il divieto varrà dalle 22 al 5 del mattino del giorno seguente. Blindato sarà anche il Capodanno dalla sera alle ore 22 alle 5 del mattino seguente. Anche negli alberghi non saranno ammessi cena e veglione. I ristoranti chiuderanno alle ore 18 e dopo quell’ora resterà attivo il servizio in camera. Restano consentiti gli spostamenti per lavoro e per esigenze di salute e necessità ossia per prestare assistenza a persone non autosufficienti.

Gli italiani che andranno in vacanza all’estero dal 21 dicembre al 6 gennaio, al rientro in Italia dovranno sottoporsi a quarantena, come anche gli stranieri che nello stesso periodo arriveranno in Italia. Gli impianti sciistici resteranno chiusi dal 4 dicembre al 6 gennaio e le crociere sospese dal 21 dicembre al 6 gennaio. Una buona notizia (dipende dai punti di vista) arriva sul fronte delle didattica. Gli studenti della scuola superiore di 2° grado potranno riprendere le lezioni in presenza fino al 75% dal 7 gennaio 2021. Nelle aree gialle, bar, ristoranti e pizzerie resteranno sempre aperti a pranzo con consumo al tavolo dalle 5 alle ore 18. Dopo le 18 sarà vietato consumare cibi e bevande nei locali e per strada. Quindi a Natale e a Santo Stefano sarà possibile pranzare fuori. Nelle aree arancioni e rosse, bar, ristoranti e pizzerie resteranno aperti dalle 5 alle 22 solo per asporto e la consegna a domicilio sarà sempre consentita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: