ITALIA, IMMOBILI: CHI TROVA UNA CASA CON GIARDINO, INDIPENDENTE O SEMI-INDIPENDENTE, TROVA UN TESORO

Spread the love

di Patrizia Vassallo

Nei primi 6 mesi dell’anno le chiusure imposte dal Covid hanno causato una contrazione delle compravendite immobiliari, che il gruppo Tecnocasa è stato del 21,8% in meno rispetto al 2019. Un vero colpo per questo settore, già colpito dalla crisi economica, che però ancora una volta, in barba al tanto temuto virus, è riuscito a risollevarsi in pochi mesi grazie all’aumento di interesse e alla voglia delle persone di acquistare una casa diversa da quella dove hanno sempre vissuto, spinte anche dai forzati periodi di clausura. Sia da parte di chi risiede in una metropoli sia nell’hinterland della metropoli stessa sia in altre province della stessa regione e non.

Nel grafico sottostante si vede chiaramente come nel terzo trimestre del 2020 siano aumentate le percentuali di persone residenti in grandi città che hanno acquistato nell’hinterland oppure in altre province, dove spesso per altre province si intende province della stessa regione di appartenenza. L’emergenza sanitaria ha quindi spinto più persone rispetto al solito a cercare la propria abitazione ideale, la casa principale, fuori dai confini cittadini.

A Milano la percentuale di persone che hanno acquistato nell’hinterland ed in altre province è salita al 44,6% del totale, mentre nel terzo trimestre del 2019 si fermava al 38,2%. Il fenomeno è ancora più evidente a Roma, dove si passa dal 14,2% all’attuale 32,6% di acquisti nell’hinterland ed in altre province. Anche a Torino aumentano gli acquisti fuori città, nel terzo trimestre del 2020 infatti raggiungono il 36% contro il 27,8% dell’anno precedente.

In alcune province delle metropoli iniziano a registrarsi più richieste da parte di chi vive in città per ricercare soluzioni più ampie. Ad esempio a Roma le richieste sono in aumento nella zona dei Castelli Romani in paesi come Velletri, Lanuvio, Genzano e Campoleone. E anche per Pomezia. Anche a nord della capitale ci segnalano richieste e Monterotondo, Sacrofano, Campagnano. In provincia di Torino si registrano richieste abbastanza diffuse sia nella prima sia nella seconda cintura per l’acquisto di spazi più ampi o con giardino. Abbiamo anche notato una buona tenuta dei valori in alcune periferie delle metropoli tra cui Milano: i prezzi più contenuti hanno consentito l’acquisto di metrature più ampie. In Lombardia richieste in aumento si sono registrate a Monza e a Legnano e in generale nella prima cintura appena fuori Milano.

Un affare da non perdere una casa con giardino

Già dopo il primo lockdown, molte sono state le persone che hanno manifestato la necessità di andare ad abitare in una casa con giardino. Non certo a portata di tutti, soprattutto in una metropoli come Milano, ma se le soluzioni in particolare nella periferia più ricca di verde ci sono. Quindi chi trova una soluzione di questo genere, magari anche di recente costruzione e vicino ai principali mezzi di trasporto, non deve lasciarsi scappare l’affare. Anche se la soluzione non è indipendente, ma in un contesto condominiale.

Nel secondo e terzo trimestre del 2020 si evidenzia un aumento della percentuale di compravendite di soluzioni indipendenti e semindipendenti. Nel grafico si vede chiaramente come nel post-lockdown le compravendite di queste tipologie siano nettamente aumentate passando da una media del 18-19% all’attuale 22-23%, complice anche il flusso di acquirenti in uscita dalle grandi città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: