LAPO ELKANN A ‘VERISSIMO’: “MARADONA ERA QUASI UN FRATELLO PER ME, È COME SE FOSSI MORTO IO”

Spread the love

di Patrizia Vassallo

Maradona continua a essere al centro delle cronache, tanto amato quanto bistrattato da chi non gli ha mai perdonato le sue debolezze di uomo, che alla fine non solo hanno compromesso la sua carriera, ma anche la sua salute. E bistrattato fino all’ultimo da chi era nella sua lista nera, quelli che lui definiva i ‘traditori’, di cui ha parlato anche nell’ultima intervista rilasciata in Italia con Maurizio Costanzo, andata in onda ieri in tarda serata su Canale 5. Parlando anche di Pelè , ma non più con quella smargiassa baldanza di un tempo.

La prima volta che Maradona parlò di Pelé fu quando non aveva ancora fatto il suo esordio nella prima squadra dell’Argentina. Ma di lui si parlava già perché nella giovanile dava spettacolo. Quando gli chiesero se sarebbe diventato più grande di Pelé, Maradona risposte alla sua maniera… “Già adesso lo sono”. E non aveva ancora compiuto 19 anni. L’ultima fu in risposta a un commento di Pelè in occasione del Mondiale 1990, quando l’Argentina perse la finale, e Pelè disse che lui quel titolo con il Brasile non lo avrebbe mai perso. E il Pibe de Oro rispose a mezzo stampa: “Cosa posso dire di questo vecchio che ormai vive della mia luce riflessa e che trova un senso sui giornali solo se parla di me?”.

Ieri a VerissimoLapo Elkann ha ricordato commosso il suo amico Diego Armando Maradona, scomparso mercoledì: “Era un amico vero, con un cuore immenso. Era quasi un fratello per me. Diego ha combattuto in un mondo molto complicato. Aveva delle qualità umane pazzesche e va ricordato per le sue grandi doti, che andavano oltre quelle calcistiche. È stato il più grande calciatore della storia, ma Maradona per me – ha aggiunto – era una persona generosa, con una grandissima bontà d’animo, sempre pronto ad aiutare i più fragili e i più deboli. La sua scomparsa è una delle più grandi perdite per tantissimi di noi”.

Sottolineando: “È come se fossi morto io perché quello che è successo a lui poteva succedere a me. Le battaglie che ha combattuto lui, le sofferenze che ha provato per via delle dipendenze sono le stesse che ho provato anch’io e che affrontano milioni di persone. Hanno ironizzato spesso sul web su noi due ma io ero orgoglioso e onorato di essere affiancato a Diego perché era un uomo che generava luce, passione e amore per tutti. Lui veniva dal nulla a differenza mia, ma in comune avevamo i vuoti che combattevamo e colmavamo con le sostanze”.

Il rampollo di casa Agnelli ha poi raccontato di come l’ex fuoriclasse lo abbia sempre supportato e aiutato e dell’affetto reciproco che c’era tra loro: È sempre stato vicino a me come ad altre tantissime persone. Aveva una generosità d’animo a 360 gradi, in tutto quello che faceva. Mi ha sempre supportato ed è sempre stato affettuoso con me perché, pur essendo adulti, eravamo rimasti dei bambini molto sensibili”.

Con una toccante chiosa sul loro primo incontro: “Me la ricordo benissimo, è stato durante una partita contro la Juventus. E quando l’ho visto mi sono illuminato”.

Anche Francesco Totti intervistato da Silvia Toffanin, ha ricordato Diego Armando Maradona, scomparso all’età di 60 anni: “Lui è ancora qui con noi. Le emozioni che ci ha lasciato sono irripetibili. Avevo un bellissimo rapporto con Diego. Fuori dal terreno di gioco era una persona straordinaria mentre in campo era il calcio, era inimitabile. Neanche alla Playstation si può copiare quello che faceva lui. Lo voglio ricordare così, è come se non fosse mai morto, rimarrà qui sulla terra perché era diverso da tutti gli altri. Quando ho smesso di giocare”, ha svelato Totti, “Maradona è stato il primo a chiamarmi per darmi sostegno e per dirmi di stare tranquillo. È stato un gesto che porterò sempre con me. Se si dovesse organizzare una partita in suo onore, e io fossi chiamato per giocare, accetterei subito la convocazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error: Content is protected !!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: